Sunday, October 20, 2019   ::  
      

"IN NOME DEL POPOLO MERIDIONALE"         

  

 

 

Manifesto EFA per le Elezioni europee 2019

 

 

 http://www.e-f-a.org/home/

 

L'Altro Sud-UDS è membro  del Partito europeo dell'EFA (European Free Alliance) e dell'APL(Alleanza dei Popoli liberi). Aderisce al gruppo dei partiti autonomisti nazionali per un "Patto di Autogoverno". Collabora con l'Istituto Internazionale per il Regionalismo e il Federalismo presso Monaco di Baviera 

Video

L’Altro Sud is a cultural-political movement which is inspired  by European Regionalism. The South of Italy (Two Sicilies) is an ancient and authoritative nation with about eight centuries of common history. The purpose of this organization is to contribute, with other European territories, at the construction of a Europe of the Peoples and of the Cultures. Defend the interests of the Southern Italian Regions in a Europe of the solidarity and identity.

 

 

Per ricevere informazioni sulle nostre iniziative e per lasciare commenti sul Forum , Vi chiediamo di iscriverVi al sito e lasciare il Vostro indirizzo e mail, cliccando qui.  Scrivete, com'è diventato di abitudine,  direttamente le Vostre valutazioni e idee nei commenti agli articoli del Blog. Per qualunque informazione o contatto scrivi al seguente indirizzo: laltrosud@laltrosud  

 

Seguici su facebook

 

CALABRIA NEL CUORE

ABRUZZO NEL CUORE

CAMPANIA NEL CUORE

SICILIA NEL CUORE

LA PUGLIA NEL CUORE 

LUCANIA NEL CUORE 

SARDEGNA NEL CUORE  

  

 

   
 Print   
 La bustina suddista    
   
 Print   
 BELSUD news    

L'Altro Sud riporta Le Due Sicilie in Europa (vedi il filmato)

I"l nostro è un Paese in pezzi. Ripeterlo fa paura, ma non è detto che sia un male" . Un libro infuocato, che irrompe con forza nel dibattito politico e tratteggia scrupolosamente gli scenari di un futuro che non è mai stato così prossimo.

 

 

 

   
 Print   
 Siti di riferimento collegati    

 APL (Alleanza Libera dei Popoli)

  EFA  (European Free Alliance)

Esquerra  (Esquerra Republicana de Catalunya:partito nazionalista progressista Catalano)

BNG (Bloque Nacionalista Galego:partito nazionalista progressista Galiziano)

BLOC (El BLOC Nacionalista Valencià:partito nazionalista progressista Valenziano)

SNP (Scottish National Party: partito nazionalista progressista Scozzese) 

di Lerro Giorgio

 

 

"STEFANO" Prodotti di alta qualità

   

 _______________________________

VIDEO 

Fermiamo lo scempio in Basilicata dove si potrebbe destinare fino al 70% del territorio regionale allo sfruttamento petrolifero. Serve una mobilitazione permanente delle popolazioni meridionali contro questa violenza dello stato italiano che continua a considerare il Mezzogiorno solo una colonia da spremere e che ha consegnato i nostri territori alle compagnie petrolifere

 ORA E' TEMPO DI REAGIRE!

   
 Print   
 Video    

Video "Un Altro Sud c'è". Rassegna di immagini del Sud stereotipato della criminalità e del degrado contrapposto al Sud positivo, della gente perbene, degli eroi, della cultura, dell'arte, della Storia di un popolo che è stato Nazione per otto secoli.

   
 Print   
 LIBERA    

L'ALTRO SUD aderisce a

   
 Print   
 Traditional Minorities    

 

 

Mission

"United in diversity", states the European Union. The European Parliament needs to guarantee that we live up to that statement and defend our diversity, a diversity which is best measured by the well being of Europe’s national and linguistic minorities.

Role of the Intergroup
The Intergroup serves as an open forum for exchanging ideas and views on the situation and future of traditional minorities, national communities and languages. In order to promote awareness and understanding of minority issues in Europe, the Intergroup serves as a meeting point for political groups, European institutions, non-governmental organisations and minority representatives. 
   
 Print   
      

 

Nicola Perrini, ingegnere, docente di elettronica con numerose esperienze professionali - in particolare nel campo delle Energie Rinnovabili e dell'impiantistica industriale - è attualmente Coordinatore Nazionale de L'Altro Sud-UDS. Meridionalista doc, è autore stimatissimo di numerosi contributi sulla Questione Meridionale e sulle nuove opportunità di sviluppo del Mezzogiorno. 

coordinamento.nazionale@laltrosud.it 

   
 Print   
 VIVI IL SUD    

ORA PENSIAMO A NOI. Diamo forza alle nostre realtà produttive.

Dei prodotti che i cittadini meridionali acquistano, solo il 6% è made in Sud. Un consumo più consapevole potrebbe ribaltare il destino della nostra terra.

Ti invitiamo a comprare, dove è possibile, prodotti del nostro Sud o fare una vacanza nelle nostre bellissime regioni. Inviaci il tuo nome, costruiremo insieme, con orgoglio, un grande esercito di cittadini che, amando la propria comunità, scende in campo concretamente per difendere l'occupazione e la ricchezza di tutto il Mezzogiorno. 

Inviaci la tua adesione a:

laltrosud@laltrosud.it

   
 Print   
 VIDEO    

Intervista ad Antonio Gentile (presidente L'ALTRO SUD)

   
 Print   
      

 

l'Altro Sud - Uds è anche su

Per accedere alle pagine di Facebook bisogna essere registrati. Chi è interessato, può farlo cliccando qui.

Gruppi su facebook promossi da l'Altro Sud-Uds:

L'ALTRO SUD!

Salviamo lo stabilimento FIAT di Pomigliano d'Arco

Forza Napoli...in tutti i sensi!

Caserta non è solo camorra e "monnezza"

 Ci bastava Caligola a fare senatori i cavalli!

   
 Print   
 UsersOnline    
Membership Membership:
Latest New User Latest: RussellHeffn
New Today New Today: 0
New Yesterday New Yesterday: 0
User Count Overall: 4871

People Online People Online:
Visitors Visitors: 42
Members Members: 0
Total Total: 42

Online Now Online Now:
   
 Print   
 visitatore n°    
contadores de visitascontatori web
   
 Print   
 New_Blog    
You must be logged in and have permission to create or edit a blog.
   
 Print   
 Blog_List    
   
 Print   
 L'ALTRO SUD: LA LUNGA MARCIA VERSO L'EUROPA    
Location: BlogsL'ALTRO SUD    
Posted by: 242658@aruba.it 20/01/2015 18.27

L'ALTRO SUD: LA LUNGA MARCIA VERSO L'EUROPA

di Antonio Gentile 

  La lunga marcia de L’Altro Sud, iniziata diversi anni fa, aveva uno scopo preciso: ridare dignità e rappresentatività alla Comunità meridionale in un’ottica di massima autonomia. Rafforzando il sentimento di appartenenza collettiva, che fa riferimento ad una precisa identità nazionale, sarebbe stato possibile determinare una mobilitazione volta ad ottenere il controllo politico sul territorio.

Oggi, l’Italia - e più in generale lo stato moderno - si presenta come una realtà non omogenea, in cui convivono gruppi sostanzialmente diversi. La formazione degli stati europei, come sappiamo, ha annullato ogni coincidenza tra confini politici-territoriali e confini culturali, eliminando la differenziazione. E, in questo processo di omogeneità interna, si è assistito, come nel caso italiano, ad un meccanismo di assimilazione forzata che ha imposto la cultura del gruppo dominante attraverso una “fusione” colonizzatrice. Per il Sud Italia, piegato da questa logica includente, contraddittoria e devastante, non rimane altra alternativa che quella di recuperare i propri spazi di autonomia, sottraendosi a quella logica delle “società centrali“.

La battaglia politica che L’Altro Sud ha portato avanti in questi anni, insieme ad altre realtà territoriali, ha certo contribuito a risvegliare il sentimento di appartenenza comune - occultato dagli eventi storici - e di ritrovata solidarietà.

Oggi, però, questo processo di mobilitazione e di “conflitto identitario”, deve varcare i confini del proprio territorio ed entrare nello scenario europeo ed internazionale, ridando al Mezzogiorno quel ruolo perduto di comunità politica nazionale.

Basta, dunque, con una visione del Sud fatta solo di precarietà, insicurezza, degrado. L’antica Comunità meridionale potrà risorgere solo uscendo dalla gabbia della sottomissione e della dipendenza.

Massima autonomia nella gestione politica e delle proprie risorse; recupero della dignità nazionale sullo scenario europeo; rapporto diretto con le regioni d’Europa; modelli innovativi di partecipazione politica. Questi alcuni tra i punti guida che L’Altro Sud porta ora in Europa in questa tappa fondamentale della sua evoluzione politica.

La lunga marcia verso la riaffermazione della dignità nazionale meridionale raggiunge, dunque, il suo obiettivo principale, con l'ingresso de L'Altro Sud in Europa nel Partito  dell'EFA presente nel Parlamento europeo, sconvolgendo ogni concezione liquidatoria circa la irreversibilità della cancellazione politica e culturale del nostro Sud.

L’Altro Sud inaugura, dunque, una nuova pagina di storia.

Permalink |  Trackback

Comments (12)   Add Comment
Re: L'ALTRO SUD: LA LUNGA MARCIA VERSO L'EUROPA    By Susy on 01/02/2014 11.45
Alé ragazzi il Sud fa sul serio.........finalmente. Portare in Europa e nel mondo la nostra causa uscendo dal ghetto italiano, ora cominciamo a ragionare. l'Altro Sud facci sognare! Baci a tutti.

Re: L'ALTRO SUD: LA LUNGA MARCIA VERSO L'EUROPA    By Massimo Colonna on 01/02/2014 16.47
E' giusto, dobbiamo costringere le istituzioni e i media a comprendere che non siamo solo "la terra dei fuochi" ma un popolo che ha fatto la storia d'Europa. Avanti tutta e portiamo fino in fondo questa marcia di orgoglio nazionale.

Re: L'ALTRO SUD: LA LUNGA MARCIA VERSO L'EUROPA    By Oreste Piantedosi on 02/02/2014 12.38
Vi seguo da anni e ritengo che abbiate dato un grande contributo alla nostra causa e se 'la lunga marcia' sta per giungere in Europa allora meritate davvero ogni lode. fateci sapere di più! A proposito come posso fare per sostenervi in modo più consistente oltre il rinnovo dell'iscrizione?

Re: L'ALTRO SUD: LA LUNGA MARCIA VERSO L'EUROPA    By Lucia on 02/02/2014 18.42
Ritornare ad essere considerati nazione, questa la nostra missione, caro Oreste. Cancellare 150 anni di sottomissione e di annullamento identitariio per ritrovarsi di nuovo un solo popolo. Ho pianto senza vergogna quando ho visto recentemente l'entusiasmo della gente nell'accogliere i nostri Sovrani nella bellissima chiesa di Santa Cihiara a Napoli. C'era dignità e tanta, tanta storia in quella occasione. Ora L'Altro Sud ci riporta in Europa come ci avevano promesso da tempo quel demonio di Antonio e suoi "sciagurati fratelli". Finalmente un raggio di sole incomincia ad illuminarci! E siamo solo all'inizio.........

Re: L'ALTRO SUD: LA LUNGA MARCIA VERSO L'EUROPA    By Fabio on 03/02/2014 20.54
Pronto alla marcia, ditemi solo cosa devo fare. Cari saluti

Re: L'ALTRO SUD: LA LUNGA MARCIA VERSO L'EUROPA    By Catello on 04/02/2014 18.41
Fuori dalla gabbia e dentro l'Europa!

Re: L'ALTRO SUD: LA LUNGA MARCIA VERSO L'EUROPA    By IN MOVIMENTO on 05/02/2014 13.29
Per favore fateci sapere presto di questa svolta, siamo molto interessati al tutto. Vorremmo incontrarvi anche a Napoli se possibile. Grazie molto

Re: L'ALTRO SUD: LA LUNGA MARCIA VERSO L'EUROPA    By B.E on 05/02/2014 18.44
Vi sono momenti nella storia di un popolo nei quali si decide,in modo irrevocabile, di dire basta ad ogni condizione di subordinazione e di palese diseguaglianza. Momenti che richiedono a tutti i membri di una comunità di non rimanere passivi difronte a tali ingiustizie e di fare squadra nella difesa dei propri interessi vitali. Il Mezzogiorno deve far prevalere lo spirito di aggregazione delle sue energie migliori, le quali devono costituire la guida credibile e fortemente determinata di un processo di rinascita autonoma del sistema territoriale. Andare in Europa, per ristabilire una condizione di dignità culturale e politica, non può che essere una scelta valida e fondamentale per dare visibilità e forza alle nuove energie generate dalle élite meridionali. La "luce" tornerà a splendere quando verremo fuori dal "buio" dell'isolamento e, quando, la guida di questa "lunga marcia" sarà pienamente affidata a quell'avanguardia illuminata che, fin dai tempi remoti, ha costruito la storia dei popoli.

Re: L'ALTRO SUD: LA LUNGA MARCIA VERSO L'EUROPA    By Michy on 07/02/2014 18.48
Qual'è la l'obiettivo della lunga marcia? vorrei meglio capire...........grazie

Re: L'ALTRO SUD: LA LUNGA MARCIA VERSO L'EUROPA    By Nix on 07/02/2014 22.56
Il Sud ha bisogno di ritornare ad essere se stesso, con una guida politica autonoma e non subalterna. Seguendo le proprie vocazioni e mettendo in discussione un sistema globale e massificante, deve puntare sulle proprie specificità e sulle proprie risorse per uscire dall'angolino in cui è stato cacciato. La nostra gente, la nostra cultura ed il nostro splendido territorio mediterraneo meritano ben altro destino che non quello misero e senza prospettive in cui ci troviamo. Coraggio ed apertura mentale sono le armi che dobbiamo mettere da subito in campo per realizzare il passaggio storico da colonia insignificante a comunità autodeterminante.

Re: L'ALTRO SUD: LA LUNGA MARCIA VERSO L'EUROPA    By Michele on 09/02/2014 17.28
Chissà perché c'è qualcuno che teme che la libertà o meglio l'autonomia sia peggio di questa dimensione di schiavitù centralista che ha saccheggiato il meridione e lo ha ridotto a terra delle mafie. Ben venga l'azione di Altro Sud se contribuirà a portarci fuori da questo miserevole stato e ci riporterà sulla scena internazionale come entità nazionale, è certamente questa la strada vincente per tutti noi. Dicono bene BE e Nix quando sostengono che dobbiamo andare fuori dal buio dell'isolamento' e costituire una 'comunità autodeterminante'

Re: L'ALTRO SUD: LA LUNGA MARCIA VERSO L'EUROPA    By Rino Di Maio on 30/01/2015 19.38
Siamo sempre un passo avanti! bene così!


Your name:
Title:
Comment:
Add Comment   Cancel 
   
  
 Blog_Archive    
   
 Print   
      

 

Ti riconosci solo nel Sud del sottosviluppo, della criminalità organizzata, del degrado socio-ambientale e degli atteggiamenti incivili?

NOI NO!
 
Noi c'identifichiamo nel Sud della gente onesta, operosa, intelligente, che è la maggioranza della popolazione meridionale.
 
Noi crediamo nel Sud della legalità, della cultura, della sana ed efficiente imprenditorialità, della ricerca avanzata, delle professioni e del grande ed eccezionale patrimonio artistico.
 
Noi sappiamo che il Sud è stato tra i principali protagonisti della storia e della civiltà mediterranea ed europea.
 
 
PER DARE VOCE A QUEST'ALTRO SUD SCENDIAMO IN CAMPO!
   
 Print   
      

Morti per la LEGALITA'. Morti per la LIBERTA'. Morti per UN ALTRO SUD.

 

 

   
 Print   
Home :: Il Manifesto e le Nostre Idee :: Origini della Secessione Italiana :: Manifesto EFA per le elezioni europee 2019 :: L'identità meridionale :: I nostri impegni per il Sud :: La bustina suddista :: Comunicati stampa :: Video :: l'Altro Sud e l'Ambiente :: Hanno detto di Napoli :: Eventi ed Appuntamenti :: Forum :: Archivio Documenti :: Organizzazione e Contatti :: Tesseramento e Statuto :: Sostienici :: Elezioni Regionali 2010 - Comunali 2011 :: Elezioni Amministrative 2009
Copyright (c) 2007    ::   Terms Of Use