sabato 21 settembre 2019   ::  
      

"IN NOME DEL POPOLO MERIDIONALE"         

  

 

 

Manifesto EFA per le Elezioni europee 2019

 

 

 http://www.e-f-a.org/home/

 

L'Altro Sud-UDS è membro  del Partito europeo dell'EFA (European Free Alliance) e dell'APL(Alleanza dei Popoli liberi). Aderisce al gruppo dei partiti autonomisti nazionali per un "Patto di Autogoverno". Collabora con l'Istituto Internazionale per il Regionalismo e il Federalismo presso Monaco di Baviera 

Video

L’Altro Sud is a cultural-political movement which is inspired  by European Regionalism. The South of Italy (Two Sicilies) is an ancient and authoritative nation with about eight centuries of common history. The purpose of this organization is to contribute, with other European territories, at the construction of a Europe of the Peoples and of the Cultures. Defend the interests of the Southern Italian Regions in a Europe of the solidarity and identity.

 

 

Per ricevere informazioni sulle nostre iniziative e per lasciare commenti sul Forum , Vi chiediamo di iscriverVi al sito e lasciare il Vostro indirizzo e mail, cliccando qui.  Scrivete, com'è diventato di abitudine,  direttamente le Vostre valutazioni e idee nei commenti agli articoli del Blog. Per qualunque informazione o contatto scrivi al seguente indirizzo: laltrosud@laltrosud  

 

Seguici su facebook

 

CALABRIA NEL CUORE

ABRUZZO NEL CUORE

CAMPANIA NEL CUORE

SICILIA NEL CUORE

LA PUGLIA NEL CUORE 

LUCANIA NEL CUORE 

SARDEGNA NEL CUORE  

  

 

   
 Stampa   
 La bustina suddista    
   
 Stampa   
 BELSUD news    

L'Altro Sud riporta Le Due Sicilie in Europa (vedi il filmato)

I"l nostro è un Paese in pezzi. Ripeterlo fa paura, ma non è detto che sia un male" . Un libro infuocato, che irrompe con forza nel dibattito politico e tratteggia scrupolosamente gli scenari di un futuro che non è mai stato così prossimo.

 

 

 

   
 Stampa   
 Siti di riferimento collegati    

 APL (Alleanza Libera dei Popoli)

  EFA  (European Free Alliance)

Esquerra  (Esquerra Republicana de Catalunya:partito nazionalista progressista Catalano)

BNG (Bloque Nacionalista Galego:partito nazionalista progressista Galiziano)

BLOC (El BLOC Nacionalista Valencià:partito nazionalista progressista Valenziano)

SNP (Scottish National Party: partito nazionalista progressista Scozzese) 

di Lerro Giorgio

 

 

"STEFANO" Prodotti di alta qualità

   

 _______________________________

VIDEO 

Fermiamo lo scempio in Basilicata dove si potrebbe destinare fino al 70% del territorio regionale allo sfruttamento petrolifero. Serve una mobilitazione permanente delle popolazioni meridionali contro questa violenza dello stato italiano che continua a considerare il Mezzogiorno solo una colonia da spremere e che ha consegnato i nostri territori alle compagnie petrolifere

 ORA E' TEMPO DI REAGIRE!

   
 Stampa   
 Video    

Video "Un Altro Sud c'è". Rassegna di immagini del Sud stereotipato della criminalità e del degrado contrapposto al Sud positivo, della gente perbene, degli eroi, della cultura, dell'arte, della Storia di un popolo che è stato Nazione per otto secoli.

   
 Stampa   
 LIBERA    

L'ALTRO SUD aderisce a

   
 Stampa   
 Traditional Minorities    

 

 

Mission

"United in diversity", states the European Union. The European Parliament needs to guarantee that we live up to that statement and defend our diversity, a diversity which is best measured by the well being of Europe’s national and linguistic minorities.

Role of the Intergroup
The Intergroup serves as an open forum for exchanging ideas and views on the situation and future of traditional minorities, national communities and languages. In order to promote awareness and understanding of minority issues in Europe, the Intergroup serves as a meeting point for political groups, European institutions, non-governmental organisations and minority representatives. 
   
 Stampa   
      

 

Nicola Perrini, ingegnere, docente di elettronica con numerose esperienze professionali - in particolare nel campo delle Energie Rinnovabili e dell'impiantistica industriale - è attualmente Coordinatore Nazionale de L'Altro Sud-UDS. Meridionalista doc, è autore stimatissimo di numerosi contributi sulla Questione Meridionale e sulle nuove opportunità di sviluppo del Mezzogiorno. 

coordinamento.nazionale@laltrosud.it 

   
 Stampa   
 VIVI IL SUD    

ORA PENSIAMO A NOI. Diamo forza alle nostre realtà produttive.

Dei prodotti che i cittadini meridionali acquistano, solo il 6% è made in Sud. Un consumo più consapevole potrebbe ribaltare il destino della nostra terra.

Ti invitiamo a comprare, dove è possibile, prodotti del nostro Sud o fare una vacanza nelle nostre bellissime regioni. Inviaci il tuo nome, costruiremo insieme, con orgoglio, un grande esercito di cittadini che, amando la propria comunità, scende in campo concretamente per difendere l'occupazione e la ricchezza di tutto il Mezzogiorno. 

Inviaci la tua adesione a:

laltrosud@laltrosud.it

   
 Stampa   
 VIDEO    

Intervista ad Antonio Gentile (presidente L'ALTRO SUD)

   
 Stampa   
      

 

l'Altro Sud - Uds è anche su

Per accedere alle pagine di Facebook bisogna essere registrati. Chi è interessato, può farlo cliccando qui.

Gruppi su facebook promossi da l'Altro Sud-Uds:

L'ALTRO SUD!

Salviamo lo stabilimento FIAT di Pomigliano d'Arco

Forza Napoli...in tutti i sensi!

Caserta non è solo camorra e "monnezza"

 Ci bastava Caligola a fare senatori i cavalli!

   
 Stampa   
 UsersOnline    
Iscritti Iscritti:
L'ultimo utente Recente: HermineTownl
Nuovi utenti di oggi Nuovi utenti di oggi: 2
nuovi utenti di ieri Nuovi utenti di ieri: 0
Utenti contati Complessivamente: 4853

Persone On-line Persone Online:
Visitatori Visitatori: 6
Membri Iscritti: 0
Totale Totale: 6

Online adesso Adesso Online:
   
 Stampa   
 visitatore n°    
contadores de visitascontatori web
   
 Stampa   
 New_Blog    
Devi loggarti ed avere i permessi per creare o modificare un blog.
   
 Stampa   
 Blog_List    
   
 Stampa   
 SOLIDARIETA' MERIDIONALE    
Luogo: BlogsL'ALTRO SUD    
Inviato da: 242658@aruba.it 30/11/2011 18.49

AIUTIAMO I FRATELLI SICILIANI

Cari Amici,
la drammatica situazione in cui versa la zona tirrenica del messinese colpita dalle alluvioni nei giorni scorsi, richiede da parte nostra, un segno concreto di solidarietà.
Ci sono stati morti e feriti con oltre 700 sfollati e danni per molti milioni di euro. A comunicarlo è stata la Protezione Civile di Messina. Gli Abitanti di Saponara, Villafranca Tirrena, Rometta e Barcellona Pozzo di Gotto, ma anche di altri piccoli paesi, sono stati costretti in gran parte a lasciare le case dal momento che le piogge hanno creato situazioni di pericolo, con conseguente rischio di frane. .


Il drammatico evento ci ricorda che l'84 per cento dei Comuni della provincia di Messina è considerato a rischio per frane e alluvioni e la percentuale sale al 100 per cento in Calabria anche per effetto della progressiva cementificazione del territorio che ha sottratto terreni fertili all'agricoltura. La situazione di Messina con ben 91 comuni a rischio si conferma piu' grave rispetto alla media nazionale dove ci sono 6.633 comuni, l’82 per cento del totale. All'elevato rischio idrogeologico in Italia non è certamente estraneo il fatto che un territorio grande come due volte la regione Lombardia, per un totale di cinque milioni di ettari equivalenti, è stato sottratto all'agricoltura che interessa oggi una superficie di 12,7 milioni di ettari con una riduzione di quasi il 27 per cento negli ultimi 40 anni. Il progressivo abbandono del territorio e il rapido processo di urbanizzazione, spesso incontrollato, non e' stato accompagnato da un adeguamento della rete di scolo delle acque ed è necessario intervenire per invertire una tendenza che mette a rischio la sicurezza idrogeologica del Paese. Una situazione aggravata dai cambiamenti climatici in atto che si manifestano con una maggiore frequenza con cui si verificano eventi estremi, sfasamenti stagionali, maggior numero di giorni consecutivi con temperature estive elevate, aumento delle temperature estive e una modificazione della distribuzione delle piogge.
 
Si susseguono le iniziative volte alla raccolta di fondi necessari per fronteggiare gli ingenti danni originati dalla forza dell'acqua e del fango, che secondo le prime sommarie stime sono quantificabili soltanto per la città di Barcellona Pozzo di Gotto in una somma che oscilla tra i duecento ed i trecento milioni di euro.
La notizia più attesa è quella legata all'attivazione di un numero dedicato, il 45590, attraverso il quale sarà possibile donare uno o due euro da cellulare o rete fissa mediante l'invio di un semplice sms o attraverso una chiamata. A differenza di quanto avvenuto nel 2009 con Giampilieri, declassata a "tragedia di serie B" nonostante i trentasette morti, i nuovi sfollati sembrano poter contare su una maggiore solidarietà da parte dell'intera Nazione. Una magrissima consolazione, che attenua perlomeno la rabbia per la scarsa considerazione che Messina e la sua provincia ottengono perfino nel momento del lutto. Il numero, disponibile da venerdì sera, resterà attivo fino al prossimo 28 dicembre.

Negli ultimi giorni sono stati aperti svariati conti correnti, attraverso i quali è possibile sostenere economicamente gli sfollati e la ricostruzione dei centri devastati dall'alluvione.
Questi i parametri per sostenere il fondo di solidarietà dell'Arci:
"Raccolta fondi per alluvionati del messinese", Banca Etica, IBAN IT 38 E 05018 04600 000000 140686.
Un conto è stato aperto dal Comune di Barcellona, come detto uno dei più colpiti: "Comune di Barcellona Pozzo di Gotto", "contributo di solidarietà per gli alluvionati", IBAN IT 16 Z 01030 82071 000001 328303.
Per offrire supporto all'Amministrazione Comunale di
Villafranca Tirrena è disponibile invece il seguente IBAN: IT 34 R 02008 82640 000101 777748.
Chi volesse sostenere le famiglie provate dall'alluvione potrà versare un'offerta alla Caritas diocesana di Messina Lipari S. Lucia del Mela mediante le seguenti modalità: presso la sede della Caritas, in via Garibaldi, 67 – 98122 Messina, tel. 090.6684226 (da lunedì a venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30); tramite conto corrente postale n. 14591986 intestato a Caritas Diocesana di Messina Lipari S. Lucia del Mela; attraverso conto corrente bancario presso il Banco di Credito Cooperativo "Antonello da Messina", Agenzia Piazza Duomo 15/17, Messina intestato a Caritas Diocesana di Messina, IBAN IT 24 T 07098 16500 000000 000314, causale: Alluvione 22 Novembre 2011.

Grazie a tutti.

L'Altro Sud
www.laltrosud.it
 
 
 
Permalink |  Messaggio di ritorno

Commenti (2)   Aggiungi Commento
Re: SOLIDARIETA' MERIDIONALE    Da Susy a 01/12/2011 11.15
Fatto!! Spero lo facciano in molti. Baci.

Re: SOLIDARIETA' MERIDIONALE    Da Catello a 06/12/2011 17.31
Ottima iniziativa di solidarietà meridionale! ho coinvolto amici e parenti. Sempre così anche in altre situazioni analoghe.


Nome:
Titolo:
Commento:
Aggiungi Commento   Annulla 
   
  
 Blog_Archive    
   
 Stampa   
      

 

Ti riconosci solo nel Sud del sottosviluppo, della criminalità organizzata, del degrado socio-ambientale e degli atteggiamenti incivili?

NOI NO!
 
Noi c'identifichiamo nel Sud della gente onesta, operosa, intelligente, che è la maggioranza della popolazione meridionale.
 
Noi crediamo nel Sud della legalità, della cultura, della sana ed efficiente imprenditorialità, della ricerca avanzata, delle professioni e del grande ed eccezionale patrimonio artistico.
 
Noi sappiamo che il Sud è stato tra i principali protagonisti della storia e della civiltà mediterranea ed europea.
 
 
PER DARE VOCE A QUEST'ALTRO SUD SCENDIAMO IN CAMPO!
   
 Stampa   
      

Morti per la LEGALITA'. Morti per la LIBERTA'. Morti per UN ALTRO SUD.

 

 

   
 Stampa   
Home :: Il Manifesto e le Nostre Idee :: Origini della Secessione Italiana :: Manifesto EFA per le elezioni europee 2019 :: L'identità meridionale :: I nostri impegni per il Sud :: La bustina suddista :: Comunicati stampa :: Video :: l'Altro Sud e l'Ambiente :: Hanno detto di Napoli :: Eventi ed Appuntamenti :: Forum :: Archivio Documenti :: Organizzazione e Contatti :: Tesseramento e Statuto :: Sostienici :: Elezioni Regionali 2010 - Comunali 2011 :: Elezioni Amministrative 2009
Copyright (c) 2007    ::   Condizioni d'Uso