lunedì 17 giugno 2019   ::  
 Info utenti    

Per scrivere su quest forum bisogna essere registrati. La registrazione può essere effettuata cliccando sul pulsante "Registrazione" in alto, con il quale si potrà scegliere un nome utente ed una password d'accesso che dovranno essere usate per il "Login" nei successivi collegamenti.

L'unica regola è la buona educazione.

Possono essere inviate richieste di attivazione di nuove discussioni all'indirizzo e mail laltrosud@laltrosud.it

   
 Stampa   
 Forum    
CercaForum Home
     
  Discussioni  Politica Nazionale  Brunetta e la b...
 Brunetta e la burocrazia borbonica
 
 24/06/2008 08:42:40
Utente è offlinel'Altro Sud
3 post


Brunetta e la burocrazia borbonica
 Modificato Da l'Altro Sud  su 24/06/2008 18:01:12)

Oggi, 24 giugno 2008, viene riportata sul Corriere della Sera un'intervista al Ministro Brunetta che si sbilancia sulla burocrazia Borbonica.  Riportiamo la parte finale dell'intervista:

Domanda del Giornalista: Gli esperti di Eurostat, però, dicono che buona parte del boom spagnolo è dovuto agli immobili e ora con la "bolla" l'Italia potrebbe ritornare in testa.

Risposta di Brunetta: Ma no, il boom immobiliare c'è stato anche in Italia! basta andare a Barcellona, a Madrid per vedere che si tratta di un paese modernizzato, dove si respira un clima di sviluppo. Nelle reti, nel sistema bancario, nei treni, nell'urbanistica, nella burocrazia.

Domanda del giornalista: Ma non è quella Borbonica?

Risposta di Brunetta: Gli spagnoli mi hanno spiegato come è andata. Loro ci consideravano una colonia e ci hanno mandato i funzionari peggiori. Ma la loro burocrazia funziona alla grande.

A questo punto qualche considerazione è d'obbligo e qualche interrogativo sorge spontaneo: Brunetta saprà mai che la Spagna non è solo Barcellona e Madrid, come l'Italia, non è solo Roma e Milano? Ci sarà mai stato in Spagna? o parla della Spagna come parla del meridione essendo stato a Napoli solo qualche ora perchè ce l'hanno spinto a forza? Avrà studiato un po di storia? saprà mai che il Regno delle Due Sicilie era uno Stato indipendente dalla Spagna e che tra la dinastia Borbonica Spagnola e quella Napoletana c'era lo stesso legame che poteva esserci tra i Borbone di Spagna e quelli di Francia? cioè solo di sangue e nemmeno di lingua, visto che a Corte si parlava correntemente il Napoletano?

Brunetta in effetti fa l'errore di molti, confondendo l'epoca del vicereame spagnolo ( 1503 - 1730 ) con il regno dei Borboni ( 1734 - 1860 ). Ma un Ministro non è uno qualunque, dovrebbe conoscere meglio la storia dei territori che governa.

 

 25/06/2008 14:16:30
Utente è offlineBosco
3 post


Re: Brunetta e la burocrazia borbonica

Brunetta è un piccolo veneto presuntuoso e ignorante.

Piuttosto noto con piacere che si tira fuori la storia, in contraddizione con il vostro principio di guardare al futuro del "meridione" senza piagnistei sul passato borbonico...

 25/06/2008 22:31:28
Utente è offlinel'Altro Sud
3 post


Re: Brunetta e la burocrazia borbonica

Caro Bosco,

come avrai già notato dalla risposta al tuo precedente post, noi non rinneghiamo il passato ma, è vero, vogliamo costruire un futuro senza piagnistei. Vorremmo creare una forza propositiva, attiva, ottimista per dare alla gente qualcosa in cui credere. Anche se non ci conosciamo direttamente ( almeno credo ) ci accomuna l'amore per il Mezzogiorno e la voglia di fare qualcosa per esso. Ti aspettiamo tra noi, avremo modo di confrontarci, discutere, magari litigare ma potremmo costruire qualcosa che, già da ora, sembra riscuotere molto consenso ed alimentare forti aspettative.

 27/06/2008 21:52:23
Utente è offlinetorden
3 post


Re: Brunetta e la burocrazia borbonica

A distanza di 147 anni  le menzogne circa il buon governo dei Sovrani Borbonici del Regno delle Due sicilie non sono ancora finite,anzi vengono ancora divulgate da un esponente del governo che farebbe meglio a cambiare mestiere.

Perchè a tutt'oggi non ho ancora capito se la schiera di intellettualoidi che difendono ancora una scuola di pensiero, quella filosabauda-liberale sono dei semplici ignoranti oppure,peggio, in malafede.

I signori dai colletti bianchi e dalle auto blu sono oggi ancora subdolamente agguerriti contro quel Regno che da Carlo, Ferdinando IV, Francesco I, Ferdinando II e da Francesco II fu portato a divenire Terza Potenza Europea, e quindi Mondiale per l'epoca e la cui economia fece scuola nel Mondo.A Napoli, infatti nel 1754 nacque la prima Cattedra di Economia al mondo diretta da Antonio Genovesi. 

Riguardo ai Funzionari del Regno, come si può leggere nel CODICE PER LO REGNO DELLE DUE SICILIE anno 1815 venivano nominati dopo una dura selezione che teneva conto in primis del Merito e delle Capacità Professionali, quindi della integerrima moralità della vita privata e,certo non per ultimo dell'essere sincero cattolico praticante.

Tutti questi parametri di giudizio  non esitono neppure minimamente oggi  perchè la Nazione si è progredita:basta vedere il mondo del lavoro l'economia ,la sicurezza dei cittadini, le emergenze rifiuti,gli stipendi che non fanno giungere a fine mese etc etc.Questi sono i figli della della liberalità della democrazia e del cosidetto costume e pensiero moderno. 

 27/06/2008 22:15:26
Utente è offlineGaetano
5 post


Re: Brunetta e la burocrazia borbonica

 tordenha scritto

A distanza di 147 anni  le menzogne circa il buon governo dei Sovrani Borbonici del Regno delle Due sicilie non sono ancora finite,anzi vengono ancora divulgate da un esponente del governo che farebbe meglio a cambiare mestiere.

Perchè a tutt'oggi non ho ancora capito se la schiera di intellettualoidi che difendono ancora una scuola di pensiero, quella filosabauda-liberale sono dei semplici ignoranti oppure,peggio, in malafede.

I signori dai colletti bianchi e dalle auto blu sono oggi ancora subdolamente agguerriti contro quel Regno che da Carlo, Ferdinando IV, Francesco I, Ferdinando II e da Francesco II fu portato a divenire Terza Potenza Europea, e quindi Mondiale per l'epoca e la cui economia fece scuola nel Mondo.A Napoli, infatti nel 1754 nacque la prima Cattedra di Economia al mondo diretta da Antonio Genovesi. 

Riguardo ai Funzionari del Regno, come si può leggere nel CODICE PER LO REGNO DELLE DUE SICILIE anno 1815 venivano nominati dopo una dura selezione che teneva conto in primis del Merito e delle Capacità Professionali, quindi della integerrima moralità della vita privata e,certo non per ultimo dell'essere sincero cattolico praticante.

Tutti questi parametri di giudizio  non esitono neppure minimamente oggi  perchè la Nazione si è progredita:basta vedere il mondo del lavoro l'economia ,la sicurezza dei cittadini, le emergenze rifiuti,gli stipendi che non fanno giungere a fine mese etc etc.Questi sono i figli della della liberalità della democrazia e del cosidetto costume e pensiero moderno. 

Caro torden,

credo che nei pregiudizi antimeridionali, anche di esponenti di governo, ci sia un po di ignoranza ma molta mala fede. Io ho avuto l'occasione di sentire in un comizio proprio Brunetta in una città del Nord - Est ai tempi delle elezioni amministrative del 2007 e, ti assicuro, si divertiva a sparare su di noi con una serie di stupide e meschine battute che non potevano non avere alla base tanta mala fede volta a screditare ed annullare l'orgoglio e l'identità di un popolo...un po come è stato fatto con l'emergenza rifiuti no?... a buon intenditore poche parole!

  Discussioni  Politica Nazionale  Brunetta e la b...
   
CercaCerca  Forum HomeForum Home    Stampa   
Home :: Il Manifesto e le Nostre Idee :: Origini della Secessione Italiana :: Manifesto EFA per le elezioni europee 2019 :: L'identità meridionale :: I nostri impegni per il Sud :: La bustina suddista :: Comunicati stampa :: Video :: l'Altro Sud e l'Ambiente :: Hanno detto di Napoli :: Eventi ed Appuntamenti :: Forum :: Archivio Documenti :: Organizzazione e Contatti :: Tesseramento e Statuto :: Sostienici :: Elezioni Regionali 2010 - Comunali 2011 :: Elezioni Amministrative 2009
Copyright (c) 2007    ::   Condizioni d'Uso